trasporto in auto dei disabili

Come trasportare un disabile in auto in modo semplice ed economico? Esistono in commercio diverse soluzioni. Modificare l’auto che già abbiamo a disposizione è una possibilità. Altrimenti è necessario acquistare un’automobile già adattata per il trasporto dei disabili all’origine. 

In questo articolo, però, cercheremo di capire insieme come fare ad adattare un’autovettura per il trasporto dei disabili. Ecco come fare. 

Trasporto in auto dei disabili: le modifiche al veicolo più diffuse

La modifica più diffusa in assoluto per adattare un’automobile al trasporto di un disabile è quella ai pedali. A seconda della disabilità, i pedali possono essere invertiti, rialzati o sostituiti con dei comandi manuali o vocali, situati solitamente all’altezza del volante. 

Nel caso di accesso alla vettura non da guidatore, ma con sedia a rotelle, è possibile installare sul proprio veicolo una rampa di accesso, meccanica o elettronica, da posizionare nella parte posteriore dell’automobile. In questo caso, sarebbe ottimale disporre di una vettura capiente come un minivan o una monovolume, perché altrimenti sarebbe necessario smontare i sedili posteriori. 

In caso contrario, è sempre possibile acquistare una vettura completamente nuova e già adattata per trasportare un disabile in auto. 

Modifiche auto: come fare con l’assicurazione?

Come ogni modifica che si effettua su un’automobile, è necessario notificarla nel libretto di circolazione e assicurarsi preventivamente che rispetti le normative vigenti sul codice della strada. Anche l’assicurazione, di conseguenza, cambierà a seconda delle modifiche effettuate: basterà mettersi in contatto con la propria agenzia assicurativa e adattare la copertura alle proprie esigenze. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *