frizione automatica

Le persone affette da disabilità hanno diritto alla propria autonomia, anche su strada. Per questo motivo, è necessario fornire loro tutti i sostegni e supporti possibili per rendere la loro vita sempre più indipendente. 

Esistono, in commercio, numerosi ausili per guidatori affetti da disabilità. Tra loro, merita attenzione particolare la frizione automatica, un dispositivo pensato per consentire ai guidatori disabili di utilizzare la frizione senza dover premere il pedale.  

Come funziona la frizione automatica?

La frizione automatica viene azionata attraverso un sensore posto sulla leva di cambio: una volta azionato il sensore, disinnesta la frizione consentendo al guidatore l’inserimento della marcia desiderata. La frizione automatica è gestita da una centralina che può essere impostata con comandi personalizzati, a seconda delle prestazioni che si desiderano e delle specifiche esigenze che bisogna soddisfare. Installare una frizione automatica non comporta alcuna modifica sostanziale dell’autovettura ed è altrettanto facile da disinstallare. 

I comandi automatici delle autovetture sono un supporto incredibile per i disabili, perché gli consentono di ottenere la libertà che gli occorre per poter vivere la loro vita autonomamente. Ecco perché è importante impegnarsi per offrire loro autovetture, sostegni e servizi che li facciano sentire il più possibile inclusi e il più possibile “liberi”.  

Per richiedere assistenza e consigli, Autoability è la soluzione

Autoability, in questo, è una delle aziende più attente e impegnate nel supporto alla guida con adattamenti auto disabili. Questo è possibile anche grazie a partnership che l’azienda di Rozzano, in provincia di Milano, ha messo in atto con realtà come Guidosimplex e Tecnodrive, di cui sono concessionari ufficiali. Tra i supporti offerti da Autoability anche i doppi comandi per scuola guida e i ganci traino. Ogni servizio offerto e proposto dall’azienda di Milano è omologato ed eseguito sempre secondo le normative vigenti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *