freni di soccorso

Qual è la reale portata dei freni di soccorso nei termini di utilità all’interno di una vettura per disabili? Per una persona disabile, vivere una vita il più possibile autonoma e indipendente è impagabile. Per questo motivo, anche alla guida i disabili hanno bisogno di muoversi senza sforzi, senza chiedere aiuto, senza impedimenti sostanziali. 

dispositivi per disabili installabili all’interno delle autovetture sono pensati proprio per ovviare a questo problema, offrendo a chi è affetto da disabilità la possibilità di guidare senza troppi problemi.  

L’utilità dei freni di soccorso

Uno dei dispositivi assolutamente indispensabili in caso di disabilità è l’automatizzazione dei freni di soccorso. Il freno di soccorso è un dispositivo che serve a frenare un’autovettura in caso di malfunzionamento del freno di servizio. La funzione del freno di soccorso è solitamente “compito” del freno a mano, ma ci sono autovetture, soprattutto moderne, che hanno il circuito dei freni sdoppiato. Questo vuol dire che se il circuito ordinario non funziona regolarmente, premendo il pedale è possibile attivare un secondo circuito detto “di emergenza”. 

Automatizzando il freno di soccorso si permette ai disabili di rendere il loro viaggio più sicuro e di consentirgli di prestare attenzione soprattutto alla guida ed evitare, così, distrazioni.  

I dispositivi automatici sono fondamentali

All’interno dell’autovettura è possibile perfino allungare la pedaliera e le servofrizioni, così da poterle impugnare con più facilità anche durante un tragitto più lungo e complicato del previsto. 

dispositivi automatici sono fondamentali per le persone affette da disabilità, perché solo così possono godere di un’autovettura sicura e stabile, in grado di renderli completamente autonomi e liberi dal bisogno costante di terze persone. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *