collaudo Gancio traino obbligatorio

All’inizio del 2021, il mondo delle autovetture ha ottenuto un traguardo molto importante, che riguarda il collaudo del gancio traino per le vetture per disabili. Sembra, infatti, che si potrà finalmente dire addio al collaudo obbligatorio per il gancio traino: la notizia arriva dopo anni di attesa e può far tirare un bel sospiro di sollievo ai proprietari di autovetture in possesso di ganci traino.

Niente più collaudo: da oggi basta una certificazione formale

La normativa è stata registrata sulla Gazzetta Ufficiale a Febbraio 2021. La regola riguarda anche le sostituzioni dei serbatoi per auto GPL e gli adattamenti alle autovetture per disabili in genere. Una novità, questa, che si inserisce all’interno del cosiddetto Decreto Semplificazioni. Il Decreto prevede l’annullamento del collaudo in Motorizzazione, per tutte le modifiche per auto destinate a persone con disabilità.

A sostituire il collaudo, ci sarà una dichiarazione rilasciata dall’officina che si è occupata di installare i dispositivi. Questa fungerà da collaudo amministrativo, che semplifica sensibilmente le pratiche precedenti. Si tratta di un passo avanti molto importante, soprattutto per le persone con disabilità. I disabili alla guida hanno bisogno di avere una vettura collaudata e sicura in tempi decisamente più brevi del passato.

Il collaudo resta obbligatorio in casi specifici

Alcune modifiche richiederanno inevitabilmente un collaudo obbligatorio, Ma ci sarà in quel caso da valutare caso per caso. Nello specifico, per modifiche come l’installazione di un gancio traino all’esterno della propria autovettura, sarà necessaria una dichiarazione formale del centro specializzato che ha effettuato il lavoro. 

Oltre al gancio traino, come anticipato, si annulla l’obbligo di collaudo anche per la sostituzione dei serbatoi GPL. Salta l’obbligo di collaudo anche per l’installazione di doppi comandi all’interno dei veicoli per la scuola guida e per adattare le autovetture per guidatori e passeggeri disabili. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *