auto per portatori di handicap

Saper condurre unauto per portatori di handicap non è un’operazione sicuramente semplice ma richiede una serie di conoscenze e accorgimenti diversi rispetto a quelli che si sarebbero rivelati necessari per la guida di un veicolo standard. Cosa bisogna fare per prendere una patente speciale e riuscire così a guidare unauto per portatori di handicap? 

Sei già titolare di una patente standard e vuoi convertirla in una ad uso speciale o devi richiedere direttamente il rilascio della seconda? In entrambi i casi, quello che dovrai fare, in primis, è sottoporti ad una visita specifica davanti ad una Commissione Medica Locale, che certificherà la tipologia della tua invalidità e il tipo di autoveicolo che dovresti essere in grado, potenzialmente, di guidare.  

La patente speciale per guidare auto per portatori di handicap, in più, ti darà la possibilità di richiedere importanti agevolazioni fiscali che ti spettano di diritto.  

Categorie e particolari limitazioni per patenti speciali 

 Esistono diverse categorie di patenti, che ti permetteranno di guidare auto per invalidi, o altri tipi di veicoli. Scopriamole insieme: 

  • A- Per la guida di motoveicoli di massa complessiva di 1,3 tonnellate 
  • B- Per la guida di motoveicoli e autoveicoli di massa complessiva non sopra alle 3,5 tonnellate 
  • C- Per la guida di autoveicoli di massa compresa tra 3,5 e 11,5 tonnellate 
  • D- Per la guida di autoveicoli con posti a sedere non superiori a 16 

Hai una patente per guidare unauto per portatori di handicap? Non ti resta che raggiungerci e richiederci l’installazione degli opportuni ausili che ti consentiranno di guidare autonomamente e in completa sicurezza. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *