Macchine per disabili

Le macchine per disabili altro non sono se non autovetture ordinarie che dispongono di accessori, allestimenti e dispositivi specifici realizzati con lo scopo di semplificare la vita alla guida per una persona affetta da disabilità.

Chiunque necessiti di questo tipo di allestimenti per la propria autovettura può disporre di agevolazioni fiscali: in questo modo, sarà possibile trasformare un’auto ordinaria in una macchina per disabili in pochissimi passi – e a prezzi davvero vantaggiosi.

Proprio perché tutto dipende dal tipo di dispositivo che si intende installare, ogni autovettura ha una sua peculiarità, ecco perché non si può parlare di macchine per disabili in senso generale. In base al tipo di disabilità, infatti, sarà possibile installare dispositivi specifici atti a migliorare la qualità della vita delle persone disabili alla guida.

Se, per esempio, una persona presenta una disabilità agli arti inferiori, l’autovettura disporrà di automazioni che interesseranno proprio quella parte specifica, come ad esempio freno e frizione.

Se nella disabilità sono coinvolti, invece, gli arti superiori, sarà allora necessario predisporre automazioni per tutto ciò che riguarda la parte superiore anche del veicolo (come ad esempio il volante).

Se si è affetti da patologie uditive, sarà possibile installare dispositivi luminosi aggiuntivi, se si è affetti da nanismo si potrà installare nei propri veicoli prolunghe per pedali, ecc. La lista è davvero infinita, a dimostrazione che una disabilità non deve essere limitante al punto da impedire l’utilizzo di un’autovettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *